La Hyundai e il pendolare del futuro

08 Gennaio 2020

Dal 7 gennaio al 10 gennaio 2020 è in scena il CES di Las Vegas.

Si tratta del Consumer Electronic Show, una delle fiere tecnologiche più importanti del mondo, nella quale la tecnologia incontra i consumatori. Per sapere oggi quello che avremo a disposizione nelle case, al lavoro, tra le mani o sulla strada domani, beh, basta fare un salto all’inizio di ogni anno nella città americana del gioco d’azzardo. Lo sanno anche le grandi compagnie che portano al CES i loro concept per il futuro del loro mercato. Lo ha fatto, tra le tante aziende presenti, anche la coreana Hyundai che ha presentato il 6 gennaio 2020 il concetto di Urban Air Mobility.

Ecco il Personal Air Vehicle della Hyundai.

Si tratta di un progetto di completo ripensamento della mobilità cittadina realizzato sfruttando l’aria. Il primo veicolo progettato dalla Hyundai, infatti, è il Personal Air Vehicle, taxi dell’aria (tra l’altro nel progetto c’è anche Uber) che può trasportare fino a 5 persone, alzarsi in verticale, arrivare fino a 2 mila metri d’altezza e andare a 180 miglia orarie. Il tutto con motore totalmente elettrico e in grado di coprire distanze fino a 60 miglia. Il velivolo sarà inizialmente pilotato, ma poi dovrebbe diventare a guida autonoma.

 

Hyundai

 

Un sistema integrato aria terra.

Hyundai sta investendo in questo progetto assieme a Uber e al suo progetto Elevate. Per questo bisogna fare una parentesi prima di spiegare il sistema integrato di mobilità aria-terra che vedi in questa grafica fatta proprio dalla Hyundai stessa. Dal 2016 Uber ha varato  Elevate, un progetto di ricerca per concepire la mobilità aerea cittadina ed essere la prima, in un futuro prossimo, ad aprire il mercato del ridesharing aereo.

Hyundai ha spiazzato tutti sviluppando tutto il concetto della Urban Air Mobility  proprio in partnership con Uber. Lo ha fatto partendo dal veicolo volante, appunto il PAV, ma andando fino a terra. Nella grafica della Hyundai, infatti, si vede anche l’hub di atterraggio dei taxi delle nuvole e poi il Purpose Built Vehicle che è un mezzo di terra a guida autonoma con servizi integrati all’interno (insomma uno può bersi il caffé al bar del PBV mentre viene portato fino sotto l’ufficio).

L’uomo al centro dei pensieri della Hyundai.

Nei comunicati di Hyunday, apparsi oggi sul sito dell’azienda, viene ribadita la necessità di tenere l’uomo al centro del discorso. La motivazione è talmente forte che la Hyundai ha sviluppato un laboratorio ad hoc su questo creando anche lo  “Human-Centered City Advisory Group” per farsi consigliare dagli esperti più importanti a livello mondiale su queste tematiche della città del futuro.

 

Hyundai

 

Sono molti i grandi gruppi che stanno concentrando i loro sforzi sulla mobilità. Lo fanno perché il mercato dei trasporti giornalieri nasconde grandi opportunità e una community sempre più ricca e coraggiosa, sempre più protagonista dei tempi moderni e con capacità di spesa.

Il pendolare, concludendo, sta per finire in aria e sta anche per diventare un star assoluta di un tempo di qualità che potrà utilizzare in diversi modi di valore. Anche guardano fuori dal finestrino e ritrovandosi… tra le nuvole.

Disclaimer. Le foto sono di proprietà della Hyundai e non sono state marchiate Prontolo nel rispetto di un vincolo d’uso solo editoriale che abbiamo fatto dei contenuti multimediali. Se ci fosse qualche problematica in merito siete pregati di scrivere a Francesco Facchini che provvederà a toglierle.